Primo piano

Alle spalle i primi 100 giorni. Davanti a noi, da oggi, la responsabilità di andare avanti con ancora più determinazione a fare bene. A trovare con cura le risposte che il capo dello Stato e il Parlamento ci hanno incaricato di dare al Paese e che il Paese pretende da noi. A concentrarci sempre di più sulle politiche proprio quando lo scontro nella politica sembra farsi incandescente.
Che non sarebbe stato facile lo sapevamo fin dal principio. Vent’anni di confronto durissimo e muscolare lasciano segni e ferite. Eppure, i provvedimenti del governo che trovate qui raccontati e il lavoro paziente e incisivo delle Camere nell’approvarli e migliorarli dimostrano che è possibile lavorare per l’Italia pensando al futuro. (continua a leggere).

Parole chiave

Parole chiave

Europa/Mondo

“Rappresentare l’intera nazione oggi significa prima di tutto sapere e ribadire che le sorti dell’Italia sono intimamente correlate a quelle dell’Ue. Due destini che si uniscono”

Impresa e sviluppo

“Senza crescita e coesione l’Italia è perduta. Il Paese, invece, può farcela. Ma per farcela deve ripartire. E per ripartire tutti devono essere motori di questa nuova energia positiva”

Credibilità

“Nessuno, ripeto nessuno, può sentirsi esentato dal dovere dell’autorevolezza. Nessuno può considerarsi fino in fondo assolto dall’accusa di aver contaminato il confronto pubblico con gesti, parole, opere o omissioni”

Conoscenza, innovazione, cultura

“Dobbiamo liberare le energie migliori del Paese. Non partiamo da zero, ma da due grandi risorse. Prima di tutto, i giovani. E poi l'Italia stessa”

Istituzioni

“Penso all’insostenibilità del bicameralismo paritario, al numero eccessivo di parlamentari, alle ingessature della nostra democrazia decidente. Il caos è ingenerato da un sistema non all’altezza delle sfide con le quali un Paese come l’Italia deve oggi misurarsi”

Giustizia

“La giustizia deve essere giustizia anzitutto per i cittadini. La ripresa ritornerà anche se i cittadini e gli imprenditori italiani e stranieri saranno convinti di potersi rimettere con fiducia ai tempi e al merito delle decisioni della giustizia italiana”

 

Lavoro

“Solo col lavoro si può uscire da quest’incubo di impoverimento e imboccare la via di una crescita non fine a sé stessa, ma volta a superare le ingiustizie e riportare dignità e benessere”

Facile

“Tutta l’impresa italiana, per crescere, ha bisogno di più semplicità, di un’alleanza tra la pubblica amministrazione e la società, senza più tollerare le sacche di privilegio. La burocrazia non deve opprimere la voglia creativa degli italiani”

Persona, famiglia, diritti

“Dobbiamo, poi, ricordarci che l'Italia migliore è un'Italia solidale. È per questo che il Governo non può che valorizzare la rete di protezione dei cittadini e dei loro diritti”

Territorio e ambiente

“Bisogna investire su ambiente ed energia. Le nuove tecnologie – fonti rinnovabili ed efficienza energetica – vanno maggiormente integrate”

Casa

“Faremo una politica fiscale per la casa che limiti gli effetti recessivi in un settore strategico come quello dell’edilizia. E poi bisogna superare l’attuale sistema di tassazione della prima casa”

I viaggi

Gli incontri istituzionali del Presidente del Consiglio dei Ministri

Risorse

Seguici sui canali social
Twitter
Youtube
Flickr
Storify
RSS
Scarica il rapporto in formato pdf e epub

Mappa del sito

FARE (BENE) di Enrico Letta

Governo.it | Credits | Note legali